mercoledì 10 aprile 2013

LA PASTIERA CHE NON HO MANGIATO!!!

Si l'anno scorso la mia amica Giusi mi aveva fatto assaggiare la sua splendida pastiera e me ne ero innamorata! Mi aveva dato la ricetta ma qui purtroppo è impossibile farla...mancano la ricotta e il grano cotto!!!! Mia mamma però non si è scoraggiata e l'ha fatta e il risultato mi ha detto che è stato fenomenale!

Tanto che ve lo racconterò quando me ne porterà a fine aprile quando verrà qui!
Non vedo l'ora!

LA PASTIERA DI GIUSI

una base di frolla (da 450 gr di farina)


350 gr di ricotta
275 gr di zucchero
3 uova intere e 2 tuorli
1 scatola di grano cotto (quella di latta)
Cedro candito
1 bustina di vanillina
¼ di bottiglia di fiori d’arancio.
125 ml di latte


cuocere il grano con il latte e la buccia di mezzo limone, 1 pizzico di sale e un cucchiaino di burro fino a quando si ottiene una crema e lasciare raffreddare, poi passare con il passaverdure. Consiglio di cuocere il grano con il latte il giorno prima. Per fare la crema invece basta frullare i tuorli con lo zucchero, aggiungere la ricotta, poi la crema di grano, il cedro,la vanillina ed infine l’aroma di fiori d’arancio. Imburrare la teglia e stendere la pasta frolla, versare il composto all’interno e mettere in forno a 180° C per circa 1 ora.


El ano pasado mi amiga Giusi me habia traido la pastiera què habia echo con sus manos (es un pastel riquisimo tipico de semana santa en Italia) y su receta  me habia conquistado! Me ensenò su receta pero aquì no es posibile hacerla..faltan la ricotta y el trigo cocido!!! mi madre pero la hizo y el resultado fue riquisimo por lo què me ha dicho! Os lo contarè cuando me la traerà por el final de Abril què vendrà aquì! No veo la hora!

LA PASTIERA DE GIUSI

una pasta frolla (de 450 gr de harina)
350 de ricotta
275 gr azucar
3 huevos y dos yemas
1 vaso de trigo cocido
cidra confitada
aroma a vanilla
¼ de botella de agua de azahar
125 ml de leche

cocinar el trigo con la leche y la ralladura de medio limon, una pizca de sal y una cucharadita de mantequilla hasta obtener una crema y dejar què se enfrie, pues batir. Mejor si se hace el dia anterior. Para hacer la crema batir las yemas con el azucar, anadir la ricotta, pues la crema de trigo, la cidra, la vainila y el agua de azahar. Poner la pasta frolla en el molde, vertir la crema y hornear a 180 grados por una hora


18 commenti:

  1. Ciao Vale :) Wow, deve essere buonissima... mi dispiace che non l'hai mangiata ma fine aprile è vicina, dai! ;) Complimenti e un bacione :**

    RispondiElimina
  2. Un vero peccato, perrò devo farle i complimenti perché è stupendissima!! Bacioni cara

    RispondiElimina
  3. Eh nemmeno io quest'anno l'ho mangiata..ho solo ammirato quelle che hanno fatto le nostre amiche blogger!!|!
    Bellissima!!!
    Un bacio! Roberta ;-)

    RispondiElimina
  4. Vada per il grano cotto, ma come non hanno la ricotta???? E' uno degli ingredienti che a casa mia non può mai mancare, è uno di quei salvatutto!!! Certo è vero paese che vai usanze che trovi. L'aspetto della pastiera è molto bello, bisognerebbe assagiare però ;)

    RispondiElimina
  5. Bellissima
    Certo se non c'è.... la pastiera manca ahahah
    è difficile farne a meno
    Troppo buona
    Un bacio Vale

    RispondiElimina
  6. Che bella, bravissima tua mamma! Complimenti!
    Buona giornata!
    Baci

    RispondiElimina
  7. Mi piace un sacco...Io non l'ho mai preparata ma mia madre ne cucina una super buona!!!

    RispondiElimina
  8. Qué delicia de tarta!!!! un beso

    RispondiElimina
  9. giro i complimenti alla mamma!!! e vi dirò!

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Oddio ti saran venute delle bave kilometriche!!!! Complimenti alla mamma!

    RispondiElimina
  12. Poi fatta dalle mani della mamma avrà un sapore ancorA PIù BUONO.
    Baci cara e buon w.e.

    RispondiElimina
  13. L'ho fatta per la prima volta per Natale su richiesta di mio fratello. Avevo seguito una ricetta trovata su Sale&Pepe ma devo dire che quella fatta da tua mamma è davvero venuta benissimo, meglio di quella che avevo fatto io

    RispondiElimina
  14. complimenti a tua mamma per questa meraviglia

    RispondiElimina