giovedì 22 settembre 2011

CON L’UMIDITA’ DEL WEEKEND SON CRESCIUTI I FUNGHI!!

Domenica scorsa è stata davvero una giornataccia dal punto di vista meteorologico!
Pioggia, vento forte, umidità a mille e tutto scuro!!!
Quando torna il fresco però mi sale la voglia di mettermi ai fornelli, di accendere il forno e di preparare leccornie fumanti!
C’era in dispensa un vasetto di funghi porcini secchi gentilmente regalati da degli amici che li avevano raccolti nei boschi…erano stupendi, grandi e profumatissimi..
Io adoro i funghi e a mio parere si sposano benissimo con il riso e con la polenta (non per nulla sono veneta!!!): ma voi avreste qualche consiglio da darmi su come utilizzarli?
Il mio modo di fare il risotto è, diciamo così, non convenzionale!!! Ci è stato insegnato dal proprietario di un ristorante abbastanza famoso in veneto e prevede la cottura in pentola a pressione invece che in una normale casseruola, in modo che gli aromi del brodo e del condimento non evaporino ma vengano assobiti meglio dal riso. Da quando abbiamo scoperto questo procedimento non abbiamo più fatto un risotto restando 25 minuti a mescolare perché davvero il risultato è divino!
Ecco quindi il mio



RISOTTO AI FUNGHI

Per 4 persone:

400 gr di riso
7 mestoli di brodo
Sale
Olio
Funghi porcini secchi qb
prezzemolo


Mettere a bagno i funghi porcini dopo averli lavati sotto l’acqua corrente.
Dopo un’oretta tagliarli e metterli in una casseruolina, filtrare l’acqua dell’ammollo e aggiungerla, regolare di sale e far sobbollire dolcemente per una quindicina di minuti. A fine cottura spolverare con prezzemolo.
Scaldare il brodo direttamente nella pentola a pressione, aggiungere i funghi con tutto il loro liquido e quindi il riso, del sale e dare una mescolata. Chiudere il coperchio e calcolare 8 minuti da quando inizia a fischiare.
Far sfiatare e quindi aprire il coperchio: a questo punto riaccendere il fuoco a fiamma bassa,  assaggiare x eventualmente regolare la salatura, irrorare di olio e mescolare con un cucchiaio di legno fino a ottenere la cremosità desiderata (eventualmente mantecare con parmigiano, burro o panna).


10 commenti:

  1. è il mio risotto preferito!!! mi hai fatto venire una fame... ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao, anche mia mamma ogni tanto fa il risotto con la pentola a pressione....e gli riesce benissimo!!!
    Ottimo il tuo, ormai anche se fa ancora caldo abbiamo voglia di sapori autunnali!!!
    Per la marmellata di albicocche e menta ho scritto sul post, fai un salto a vedere.....
    Baci

    RispondiElimina
  3. è si l'autunno è arrivato.. ottimi questo risotto!

    RispondiElimina
  4. un comico ANNI luce fa diceva "osn contrario alla pentola a pressione, non si vede la cottura!!"
    Io non posso dargli torto.
    MIa madre la STRA usa, a mia suocera è scoppiata in faccia... io, dovendo crescere 3 cuccioli, per PRECAUZIONE, non la uso...
    COmunque il risotto ai funghi è un must a casa mia... ma coi porcini freschi... io non amo quelli secchi...
    Io coi funghi facico anche il BRASATINO... oppure un piatto campagnolo che prevede patate funghi cipolla e formaggio...
    o vuoi mettere i funghi sulla pizza????
    FUNGHIAMOCI tutto l'autunno!
    Bacini ed abbracci...

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte!
    Laura: grazie dell'info, mi hai messo ancora + voglia di provarla!
    LaFata: si la pentola a pressione o la si ama o la si odia!! però grazie dei consigli, il brasato mi intriga molto!

    RispondiElimina
  6. anche io adoro i funghi!!! ti consiglio le crepes ai funghi.. oppure mescoli patate tagliate a fettine, con funghi, pezzetti di formaggio o poco uovo per legare e versi tutto in padella finchè non fa una bella crosticina sul fondo.. ma questo te lo consiglio in pieno inverno! :)

    RispondiElimina
  7. non vedo l'ora che escano pure qui!

    RispondiElimina
  8. Adoro questo risotto, mi ricorda profumo di casa. Un bacio, buon we

    RispondiElimina
  9. Che buono!!! un risotto ai funghi non si rifiuta mai, è così profumato e gustoso!!! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  10. Grazie ragazze!
    Luciana, verrò a trovarti!

    RispondiElimina